Home > Notizie Sportive > UN INIZIO...MONDIALE!

UN INIZIO...MONDIALE!

01.02.2018

All’edizione numero 86 del Rally Montecarlo disputatosi lo scorso fine settimana ha portato in alto i colori di Aci Treviso l’esperto navigatore Flavio Zanella assieme al velocissimo Eddie Sciessere, a bordo della Citroen DS3 di classe R5 gestita da Ph-Sport. Quattro i giorni di gara. Condizioni meteo in continua evoluzione e un fondo che mutava di passaggio in passaggio. Pioggia, neve, sole, fango. Ecco allora come è stato il “Monte” di Flavio.

Il Rally di Montecarlo di Eddie e Flavio comincia a prendere forma nelle settimane successive al Rally Città di Bassano dello scorso ottobre. Dopo aver dominato e vinto la gara, la factory francese Ph-Sport si fa avanti e mette sul piatto la possibile partecipazione a qualche appuntamento del WRC2 2018 con la loro Citroen DS3 R5 a condizione che la prima gara sia il Rally Montecarlo. Dopo aver tanto atteso l’occasione di correre oltre confine la decisione di Eddie è a senso unico: Montecarlo sarà!


"Il Monte per noi è iniziato in maniera piuttosto frenetica. La partecipazione confermata quasi all’ultimo momento ha portato un gran lavoro di gestione che doveva essere svolto in maniera rapida ed accurata. Dopo aver trovato una sistemazione, organizzato i ricognitori, effettuato i test, preso parte alle giornate di formazione in Ph-Sport e svolte le ricognizioni (che ogni sera mi impegnavano almeno due ore per correggere le note e passarle al nostro “ice-crew”) ci siamo. Giovedì sera: palco e via per la prima delle diciassette prove speciali di questo 86° Rally Montecarlo.


Prima tappa. Due prove speciali, di notte, nel buio più nero con le temperature dallo 0 in giù. In trasferimento piove e i ricognitori ci avvertono che la discesa verso Sisteron è completamente ghiacciata. Montiamo le Super Soft e rimanere in strada sarà un impresa. Già…Dopo 11 km asciutti comincia il tratto ghiacciato, e alla seconda curva usciamo di strada praticamente da fermi. Fortunatamente riguadagniamo la ps e ripartiamo con un solo obiettivo, viste le condizioni: portarla fuori. Chiudiamo la giornata in quinta posizione di WRC2 con il pensiero all’indomani e alla seconda giornata di gara.


Il menù del venerdì prevede sei prove speciali, tre da ripetere due volte con un parco assistenza. La giornata è strana, piove molto, a tratti ci sono fitti banchi di nebbia. I taglia sono obbligati e le prove sono una fangaia insidiosa. A pochi chilometri dal termine della quarta speciale in un taglia scivoliamo fuori strada, andiamo su due ruote, evitiamo di poco un tombino (che avrebbe potuto fermare lì il nostro Monte) e rientriamo indenni. Con grande maturità Eddie, dopo questa ‘escursione’, decide di gestire le restanti due prove senza forzare inutilmente in condizioni tanto proibitive. Concludiamo la tappa al quarto posto con la mente già al sabato.


NEVE! Appena sento i ricognitori parlare di neve penso che finalmente è IL Montecarlo. Durante tutta la notte è nevicato e la prima ps di giornata è completamente imbiancata. Il trasferimento verso le ps è lento e gli imprevisti con questa nevicata son dappertutto. Auto in panne, rallentamenti, incidenti…è una gara nella gara e talvolta tocca darci dentro anche nei trasferimenti! La giornata di gara scorre senza particolari problemi, ad eccezione di un leggero testacoda nelle fasi iniziali. Le condizioni mettono tutti sullo stesso piano e diventa strategica una gestione di gara accorta! Dopo le cinque ps di giornata (circa 120 km) saliamo in terza posizione di WRC2 e Monaco è sempre più vicina! 


Domenica : sembrava più facile! Sulla carta l’ultima giornata di gara sembrava perfetta, asciutta e tutta da Super Soft. A trenta secondi dall’uscita Tyre Fitting Zone l’ingegnere PH-Sport (sempre prodigo di consigli) ci comunica che c’è stato un cambiamento repentino delle condizioni sulla salita al Turini: l’umidità della notte accumulata a terra si è ghiacciata ed ha formato uno strato di che copre ben 6km di prova speciale. Partiamo quindi con 4 Super Soft e 2 Chiodate nel baule. Da incrociare! (con non poco stupore da parte di Eddie) Le quattro ps sono tutte d’un fiato, senza assistenza e con un obiettivo ormai ad un passo: il palco di Monaco. Nonostante una foratura che ci ha rallentati durante il primo passaggio sul Col de Turini arriviamo a Monaco classificandoci secondi di WRC2 dopo una gara entusiasmante dove l’imperativo è stato solo uno: RAGIONARE. E così è stato.


Il Monte non lo puoi prendere di petto e andare a tutta in tutte le condizioni, va pensato e gestito senza aver il timore magari di andare troppo piano perché trovi la neve o il ghiaccio. Paga la costanza e talvolta anche la fortuna. Da questo Montecarlo mi porto a casa la soddisfazione di una bella gara, con un pilota, Eddie, che si è dimostrato costante e all’altezza di gestire tutto quanto comporta una gara del mondiale. Bravo davvero!”


Si conclude così, In una splendida seconda posizione di WRC2, il Rally Montecarlo per il nostro Flavio Zanella. Un inizio di stagione…Mondiale!